skip to Main Content

Materiali infissi: quale scegliere?

Materiali Infissi: Quale Scegliere?

Sapevi che infissi non ben isolanti provocano la dispersione del 23% del riscaldamento domestico in inverno? Il 23% della tua bolletta del riscaldamento finisce letteralmente fuori dalla finestra! Ecco perché la scelta degli infissi non può limitarsi a una questione di prezzo oppure a una valutazione puramente estetica. Esistono molti criteri da tenere in considerazione che hanno un forte impatto sui consumi, sulle spese e sulla qualità di vita negli anni..

Che sia per ristrutturare una vecchia abitazione o per dare vita alla tua casa dei sogni che fino ad ora hai visto solo su carta, ti trovi nel posto giusto. L’infisso costituisce il telaio, elemento rigido saldato alla muratura dell’edificio. L’infisso può essere di diversi materiali: legno, pvc, alluminio e legno-alluminio. Gli infissi isolano spazi interni dalle condizioni atmosferiche e regolano il passaggio della luce naturale, creando una barriera termica e acustica. In altre parole permettono di mantenere nell’ambiente il calore e di isolare noiosi rumori e suoni provenienti dall’esterno. La scelta d’installazione di un serramento piuttosto che un altro, così come l’orientamento verso un materiale specifico, è da ricondurre al clima che contraddistingue una determinata zona, il suo aspetto estetico, il design che si vuole dare alla struttura.

Materiali infissi: quale scegliere

Pvc (cloruro di polivinile)

Materiale termoplastico molto duttile e versatile che viene utilizzato per realizzare tubazioni, rivestimenti esterni, coperture. Oltre tutti questi impieghi, il pvc spopola soprattutto nella costruzione di serramenti. Si tratta di un materiale isolante, resistente al vento e alle intemperie, escursioni termiche comprese, poiché manifesta una buona resistenza sia al caldo che al freddo. Il pvc viene spesso scelto per il suo basso costo rispetto agli altri materiali. I serramenti in pvc garantiscono un ottimo isolamento termico e acustico, scongiurando i problemi di condensa che caratterizzano invece materiali scarsamente isolanti.

Non richiedono particolare manutenzione e, se di qualità, rappresentano un ottimo investimento in termini di durabilità. Il PVC negli anni ha avuto una notevole evoluzione, ed è molto  diffuso nel campo della serramentistica. Offre un eccellente valore di trasmittanza termica, che comporta un alto isolamento termico. Inoltre le moderne tecniche di costruzione permettono di ottenere un serramento di altissima qualità assicurando notevoli prestazioni estetiche. Il PVC è resistente ai raggi solari e alle intemperie e rispetto agli altri materiali, è caratterizzato da costi decisamente inferiori.

Alluminio

Materiale che può essere utilizzato per la realizzazione di serramenti di qualsiasi tipologia come serramenti per attività commerciali o serramenti di grandi dimensioni. È molto leggero e resistente, risponde bene all’usura del tempo atmosferico. A discapito di leggerezza e durata, però, l’alluminio non è il miglior alleato dell’efficienza energetica. Il più grande pregio dell’alluminio è la sua durata nel tempo: resiste molto bene agli attacchi aggressivi degli agenti atmosferici e non richiede molta manutenzione. Inoltre è un materiale molto leggero e facilmente modellabile, il che lo rende adatto alla realizzazione di infissi di grandi dimensioni.

Di contro, c’è la convinzione che i serramenti in alluminio favoriscono la formazione di condensa all’interno della casa. Questo era vero fino a pochi anni fa. Oggi, questo problema è ovviato dagli infissi a taglio termico, che però comportano un costo più elevato. L’alluminio è leggero e versatile e si adatta a tante soluzioni differenti. Uno dei principali vantaggi dell’alluminio è la sua capacità di resistere bene alle intemperie e, quindi, di caratterizzarsi come materiale durevole sotto tanti punti di vista. I serramenti in alluminio richiedono, quindi, poca manutenzione e possono risultare particolarmente indicati a diversi acquirenti che, per svariati motivi, non hanno il tempo di garantire un livello costante di manutenzione.

Per esempio nel settore commerciale (uffici, capannoni) è indicato usare serramenti in alluminio. Tuttavia l’alluminio si sta’ diffondendo nell’edilizia privata moderna perché grazie alla sua rigidezza strutturale è indicato nella realizzazione di grandi vetrate come scorrevoli alzanti o vetrate fisse, poiché riesce a supportare il peso di vetrate molto ampie e pesanti.
L’alluminio è però uno scarso isolante, sia dal punto di vista termico che acustico, ed un infisso realizzato esclusivamente con questo materiale non garantirà prestazioni soddisfacenti. Inoltre è sicura l’insorgenza di condense e muffe all’interno perché la superficie esterna e quella interna sono a stretto contatto tra di loro. Quindi, l’alluminio deve essere combinato con un isolante collocato all’interno del profilo che ha lo scopo di migliorare gli aspetti in cui questo materiale risulta deficitario.

Legno

Il legno è un elemento d’arredo richiesto specialmente per la sua resa estetica. Inoltre grazie a una trasmittanza di calore piuttosto bassa, gli infissi in legno sono dei buoni isolanti dal punto di vista termico. Questo materiale per serramenti richiede però molta manutenzione e non esce indenne dall’incontro con gli agenti atmosferici e l’usura del tempo. Il legno richiede l’utilizzo di prodotti specifici per la manutenzione, che risulta più frequente rispetto a serramenti in pvc e alluminio. Ecco perché sempre molte più aziende del mondo dei serramenti scelgono di produrre o rivendere tipologie di prodotto che uniscano le potenzialità di alluminio e legno.

La combinazione legno alluminio combina il fascino e il calore del legno, la resistenza dell’alluminio dando come risultato elevate performance. Tali soluzioni sono prodotte utilizzando l’alluminio per l’esterno dei serramenti e il legno per gli interni. Gli infissi in legno sono i più tradizionali e i primi ad essere stati utilizzati. Il legno è un materiale naturale che, se di qualità, offre ottime proprietà di isolamento termico e acustico. È inoltre un materiale facile da rifinire e personalizzare, per infissi di qualsiasi forma e dimensione.

Legno e alluminio

Gli infissi in legno e alluminio sono realizzati in legno e dotati di un rivestimento esterno in alluminio. Questo permette di sfruttare le ottime prestazioni del legno, proteggendo al contempo questo materiale con uno strato esterno che resiste meglio alle intemperie. Si tratta di una combinazione che offre ottime prestazioni, ma per la quale i costi potrebbero risultare più alti rispetto a quello dei serramenti realizzati in altri materiali, proprio per via dell’unione di due materie prime in un unico prodotto.

L’unione del legno all’interno e dell’alluminio all’esterno ,crea un serramento senza compromessi che combina i vantaggi dei due materiali. Infatti il rivestimento esterno in alluminio annulla le manutenzioni e i rischi di deterioramento precoce del legno. L’abbinamento di questi due materiali permette di realizzare finestre altamente performanti, conservando all’interno tutto il calore e il prestigio di un materiale vivo come il legno. A questo proposito, si possono adottare essenze e finiture pregiate di elevato livello estetico che non sarebbero proponibili all’esterno. Tuttavia la complessità del prodotto, i materiali impiegati e il loro assemblaggio hanno dei costi elevati e si riflettono di conseguenza sul costo complessivo dell’infisso. Inoltre, raccomandiamo di prendere in considerazione solo serramenti in legno/alluminio di alta qualità, costruiti utilizzando le moderne tecniche.

Non dimenticare la scelta dei vetri

Insieme alle considerazioni dei materiali, chi lavora nel settore dei serramenti non può sottrarsi al valore di trasmittanza termica degli infissi. I nuovi serramenti devono rispettare gli standard a seconda della tipologia di vetro. Oltre al serramento quali possono essere le soluzioni efficienti, parlando di risparmio energetico, in materia di vetri?

    • Vetro con film schermante, in questi casi al vetro si applica una pellicola che funge da schermo, capace di riflettere il calore.
    • Vetro a controllo solare, soluzione che permette di controllare l’irraggiamento solare mediante la riflessione, la trasmissione e l’assorbimento della stessa.
    • Vetro stratificato, costituito da doppio o triplo vetro. In questo caso è una camera ad aria a fornire l’isolamento sia termico che acustico.
    • Vetro basso emissivo, prodotto che presenta un trattamento superficiale su una o più facce, in grado di conferire ottime proprietà isolanti.

In conclusione

Infissi in Alluminio quando:

  1. Hai dimensioni grandi
  2. Vuoi una casa molto luminosa
  3. Adori il design minimale

Infissi in P V C quando:

  1. Devi contenere molto il budget iniziale
  2. Vuoi un infisso bianco senza troppe pretese di “tonalità di bianco”
  3. Le dimensioni degli infissi sono piccole

Infissi in Legno quando:

  1. Vuoi il fascino e calore del legno
  2. Preferisci puntare sull’estetica
  3. Basso costo

Infissi in Legno Alluminio quando:

  1. Ami il calore del vero legno
  2. Vuoi un infisso “eterno”
  3. Non hai problemi di budget